Palets Breton ovvero la frolla Bretone

blog orizzontale

Ci voleva un quintale di burro per farmi scrivere una nuova ricetta nel blog. Più o meno la discreta quantità contenuta in questi Palets Breton. Ben trovati a tutti voi, spero che la pandemia non abbia destabilizzato troppo la vostra esistenza, io alla luce delle realtà che mi circondano ricordo a me stessa ogni giorno che sono una persona molto, molto fortunata.

I Palets Breton, un’alternativa alla solita frolla

Torniamo ai nostri Palets Breton, chiamata anche frolla Bretone. Prima di tutto perché li amo alla follia?  Ovviamente oltre al fatto che hanno una sconsiderata dose di burro, ad avermi conquistato è il loro gusto leggermente salato. Si perché per far sì che questi dolcetti abbiano il loro gusto caratteristico si deve usare il burro francese demi-sel, ovvero leggermente salato, diverso dal beurre salé che ho scoperto essere il normale burro per i francesi, specificano con il termine doux quello che noi intendiamo come il normale burro da cucina. Ecco, senza la giusta dose di sale la frolla bretone non è proprio la stessa cosa.

Il burro Lurpak nell’involto argento è un burro demi-sel. Se non lo trovate, potete aggiungere la punta di un cucchiaino di sale, possibilmente puro cloruro di sodio, in modo da non essere troppo amaro. Proprio grazie alla considerevole dose di grassi, e a un’altrettanto importante dose di lievito istantaneo, questa pasta è molto friabile, ariosa e leggera. Perfetta come base per una crostata di frutta e crema.

palets breton o frolla bretone
palets breton o frolla bretone
 
Ovviamente io non vi proporrei mai qualcosa prima di provarla. Non sarebbe carino. Come potete vedere dalle fotografie non mi sono fatta mancare una bella dose di panna montata fresca, tanto per far piovere sul bagnato, insieme a delle fantastiche “favette di Terracina“, le fragole più buone del creato. In realtà questo suggerimento arriva direttamente dal creatore della ricetta, Cristophe Felder, che l’ha inserita sia nel suo “Patisserie!” che “Torte, biscotti e piccola pasticceria”.
 
 
Vediamo gli accorgimenti che bisogna osservare per la buona riuscita di questa preparazione. Primo rispettare assolutamente i tempi di riposo in frigorifero, pena una pasta ingestibile. Secondo la cottura all’interno di anelli, o comunque forme, altrimenti non otterrete dei Palets Breton ma delle frittate croccanti informi. Adesso basta chiacchiere e passiamo alla ricetta!
Un caloroso abbraccio a tutti voi!
 
Pumpkin Pie crostata di zucca
Precedente
Pumpkin Pie

5 Commenti Nascondi Commenti

You have pending messages (5) from Miranda! View messages: http://inx.lv/uqIC?h=e024fa8cb97e44d47cfd29b0e1cdcdd7- ha detto:

a9q3kj8

You have pending messages (2) from Claire! Reply now: http://inx.lv/u6Te?h=e024fa8cb97e44d47cfd29b0e1cdcdd7- ha detto:

e5jgb2l

Julia just viewed your profile! More info: https://localgirlplace.life/?u=2vtpd0d&o=ywuguu9&m=1?h=e024fa8cb97e44d47cfd29b0e1cdcdd7- ha detto:

np76zs

Aggiungi un commento

Specify Instagram App ID and Instagram App Secret in the Super Socializer > Social Login section in the admin panel for Instagram Login to work

Quest'immagine è proprietà intellettuale di Stefania Casali.