Il flan Patissier: torta alla crema pasticcera
Un classico della pasticceria francese

flan patissier

Se amate la pasticceria francese allora conoscete il flan patissier. Una torta, o secondo gli standard nazionali, una crostata ripiena di crema. Non esiste in Francia, boulangerie o confiserie che non sforni quotidianamente questa ghiottoneria.

Per me cimentarmi in questo vero classico è stata l’occasione per provare una serie di prodotti gentilmente inviati da Dolcidee. Da sempre utilizzo gli ingredienti Cameo e Paneangeli nella preparazioni dei miei dolci, perciò questa collaborazione non poteva che rendermi felice. Generalmente non utilizzo preparati. Amo la pasticceria in tutte le sue declinazioni. I procedimenti, i tempi di attesa, tutto. I preparati spesso ti privano di parte del divertimento, tutto è facile. 

Il preparato “Basi da Maestro base per pastafrolla” è stata una piacevole sorpresa. È una miscela di farine, zucchero integrale e vaniglia ben calibrato e soprattutto personalizzabile. In etichetta trovate le istruzioni per preparare un’ottima pasta frolla ma nessuno vi vieta di modificare le proporzioni del burro e delle uova per ottenere il vostro impasto preferito. Il procedimento è lo stesso che usate sempre. Nessuno sconto ma risultato ottimo.

La torta alla crema più buona del mondo: il flan patissier

Parliamo un po’ di questo vero miracolo della pasticceria. Un guscio di semplice frolla che racchiude un cremoso e profumato ripieno alla crema. Assolutamente vietato l’utilizzo di vanillina, qui ci vuole la vaniglia, quella vera. Posso concedervi l’utilizzo di un buon estratto, naturale. Qual è il segreto di un buon flan patissier? Il gioco di consistenze. Il guscio deve assolutamente essere croccante. Non cedete alla tentazione di non fare la cottura in bianco. Pena una crosta molliccia. Il ripieno, per me quello del grande maestro Michel Roux, compatto e cremoso. Associati questi due semplici elementi danno vita a una sinfonia di sapori. 

flan patissier
flan patissiere

Ora lascio la parola a voi, usate mai qualche preparato o pasta pronta? Naturalmente Buon Lavoro!

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Ciambella allo yogurt e cranberry
Precedente
Ciambella allo yogurt e cranberry
Navettes di Saint-Victor
Successivo
Navettes di Saint-Victor

6 Commenti Nascondi Commenti

Che meraviglia. Questa si che è una crostata come si deve. Frolla stesa alla perfezione, sottile e con il bordo perfettamente uniforme, e poi quella crema…mamma mia cosa deve esseee

Aggiungi un commento

Quest'immagine è proprietà intellettuale di Stefania Casali.